4 thoughts on ““Dalla cenere la vita. Ripensare il cammino quaresimale”

  1. Don Paolo, io ringrazio lei per l’interpretazione del Vangelo che lei ogni volta mi dona , regalandomi la speranza che per me è difficile trovare nelle consuete e solite omelie.
    E’ molto tempo che non mi accingo al sacramento della riconciliazione….ma non mi sento di recarmi in un confessionale, e non essere in grado di esporre le solite cose , e non sentirmi pentito delle cose che ho commesso . Ho bisogno di un padre spirituale , come o avuto finchè Frate Vittore è morto.
    buona Quaresima e buona Pasqua di Risurrezione.

  2. Ieri sera l’ho ascoltato a Piobesi T.se ; voglio farle sapere che ognuno di noi è speciale e dotato di ragione, per fortuna non è obbligatorio che a seconda di chi viene invitato a tenere una relazione noi dobbiamo assecondare e/o cambiare idea . In comunione con lei per alcune cose che ogni buon essere umano e cristiano dovrebbe aver capito da diversi decenni, speriamo di essere in grado di mettere in pratica.
    Lei è un Don come mai tanto diverso dagli altri Don , che formazione ha avuto? come mai si sente di giovani che iniziano il seminario e poi abbandonano senza far trapelare nulla … troppe parole , troppi che puntano il dito, troppa falsità , come il ben venuto di ieri sera a lei, sono convinta che tanti l’avrebbero sbranato. Qualcosa avrei voluto dire anche io, ma come tutte le cose che non funzionano, non ci è data possibilità, come fossimo dei veri pecoroni.

  3. Piobesi T.se ieri sera; sono in sintonia con lei su alcune cose che come cristiani si sarebbero dovute capire e vivere già da diversi decenni, ma su altre avrei avuto cose da dire, ma con molta mia delusione, non c’è stato possibilità di intervenire, riducendo il tutto a qualcosa di negativo. Tante parole, troppe parole … come mai lei che è un Don è tanto diverso dagli altri Don, che formazione ha avuto? e tutti quei ragazzi che iniziano il seminario e poi abbandonano senza lasciar trapelare niente? Dove sta il confronto, il discutere, l’ascoltarsi? Per fortuna noi semplici abitanti che ci portiamo in salone , siamo speciali e dotati di cervello, non siamo pecoroni incapaci di discernere, nonostante la tanta falsità che anche ieri sera serpeggiava tra i presenti. Grazie comunque per aver smosso le acque

  4. segnalo una catechesi per tempo di quaresima, tra le più belle e vivificanti che si possano udire e meditare………Lidia Maggi! https://youtu.be/JdCKyyG0rfQ ………. Ma, fortunatamente, da qualche altra parte, una Chiesa che ha fatto di Cristo il proprio stile di vita, sta coltivando un altro sogno……… buon cammino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *