Breve pensiero sulla preghiera

 

Cosa vuol dire pregare? Cos’è la preghiera?

Pregare non è dire preghiere.

Una cosa è dire preghiere, un’altra pregare. Infatti la preghiera occorre guardarla dal punto di vista di Dio. Dobbiamo cioè rinunciare al protagonismo dell’uomo quando si parla di preghiera.

La preghiera è anzitutto azione di Dio.

Dall’evento dell’incarnazione, riguardo la preghiera, si sono capovolte le parti. Non più l’uomo che intenta l’ascesa al cielo, ma accoglienza dell’azione di Dio nell’uomo. Col suo farsi carne Dio s’è piegato sulla terra, e l’uomo manifesta semplicemente la sua grandezza nell’offrire la sua attesa e la sua capacità di accoglienza, dando così corpo alla fecondità di Dio nel mondo.

 

2 thoughts on “Breve pensiero sulla preghiera

  1. Ho sempre avuto la convinzione di non saper pregare, forse perché fatta un po’ superficialmente, o forse ripetitiva, o forse perché non so chiedere o non so digiuno bene…..e così via. Una cosa non è mai venuta meno ed è il dialogo costante con Dio, ma è sufficiente?. In questo “breve pensiero sulla preghiera” ho realizzato che non sono io che devo elevarmi ma è il Padre che si avvicina alle vicissitudini che si susseguono nella mia vita e come Padre amoroso mi sostiene, mi protegge, mi guida Grazie di tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *